f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

lucio vanotti

Lucio Vanotti: il purista della moda arriva in Harim

Harim si prepara al nuovo anno accademico con un refresh della proposta formativa. Anche quest’anno l’Accademia Euromediterranea ha voluto investire nel rafforzare ulteriormente i suoi quattro dipartimenti, Moda – Gioiello – Design – Fotografia, proponendo un upgrade dei piani di studio e nuovi docenti di spicco.

Un’importante novità riguarderà soprattutto  l’ultimo anno di fashion design con una docenza speciale; un professionista che da diverse stagioni apre la riflessione su un inedito concetto di moda: lo stilista Lucio Vanotti.

L’anno accademico 2018/19 vedrà infatti il supporto di Lucio Vanotti per i nostri studenti dell’ultimo anno del quadriennale in Fashion Design. Diversi incontri spalmati su più mesi; da quelli teorici come mediare creatività e necessità di mercato, fino a quelli più pragmatici in cui si seguirà individualmente la fase progettuale delle collezioni dei nostri studenti. Il designer curerà poi anche lo step della confezione dei capi fino alla sfilata di fine anno. Il docente Vanotti indirizzerà, insieme agli insegnanti di riferimento del corso, verso le migliorie da apportare per una collezione che risulti vincente e che possa diventare un vero trampolino di lancio nel fashion design. “Non vedo l’ora di mettermi a servizio degli studenti dell’Accademia Euromediterranea. Verrò a Catania con l’obbiettivo di aiutare i ragazzi a crescere”, dichiara Vanotti. “Cercherò di farli maturare sempre nel rispetto della creatività individuale e, al contempo, nella consapevolezza che dovranno fronteggiare una vera e propria attività imprenditoriale”.

Chi è Lucio Vanotti

Nato a Bergamo, ma milanese di adozione, mostra un evidente interesse verso l’arte, l’interior design e una versione essenziale di bellezza. Lucio Vanotti consegue il diploma artistico e prosegue gli studi a Milano. Dopo una serie di consulenze nel 2012 crea il brand omonimo, fino ad arrivare nel 2016 a sfilare all’Armani Teatro di Milano, puntando i riflettori sulla variabile di un guardaroba morbido; pulito e lineare. Un gusto che segue la tradizione sartoriale per womanswear e manswear, contraddistinto dall’appeal minimal, scremato di opulenze decorative ma enfatizzato nei dettagli tecnici. Su colori naturali o comunque neutri, Vanotti usa tessuti dal grande valore qualitativo, considerati una base fondamentale per un’espressione credibile del proprio progetto estetico.

Post a Comment

You don't have permission to register