f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

Ecodesign tra il classico e il moderno per il 2020/21

L’ingresso della nuova season di arredamento 2020/21 è illustrato in alcuni must da tenere sott’occhio: l’interior desing di spicco prossimo si focalizza sull’eighty style, tonalità tenue o strong-elegant come blue navy, minimalismo, arredi e materiali ecosostenibili, metalli, texture, tessuti e layers.

Il fascino degli anni ’80 torna prepotente nel panorama di interior design ed è propenso a lasciarne un forte segno. Le intenzioni di creare un ambiente elegante si mischiano con le forme e i volumi tipici di quegli anni. Uno stile che si propone non solo per il mobilio ma talvolta anche per le pareti: fantasie classiche, papier peint di motivi floreali o astratti su spazi moderni.

Le immagini del passato vengono sottoposte ad una selezione minuziosa, una sintesi ed una ricostruzione che muove dagli interessi del presente. Il pop di quegli anni viene mitigato dalla neutralità delle pareti, grigio per eccellenza che fa coppia con pezzi rosa cipria/senape/terra di siena/verde bosco, in alternativa è framed nella maestosità del blue navy che racchiude un ambiente lussuoso ed appagante. Il velluto conquista il primato tra i tessuti per divani e poltrone, con la sua morbidezza e lucentezza conferisce carattere al locale.

Una casa semplice e funzionale, con pochi oggetti, è la tendenza del 2021. Il minimalismo non è solo elegante e contiene lo sperpero in articoli inutili ed ingombranti ma genera un ambiente pulito e ordinato che trasmette calma e serenità.

La nuova frontiera dell’home decor per i prossimi stili richiama inoltre la necessità e il piacere di materiali innovativi. Il riciclo di prodotti inquinanti in mobili e articoli per l’arredamento sono il trend più riscosso e riconosciuto come alla moda: lattine in alluminio, bottiglie di vetro e carta di giornali creano ambienti armonici, semplici e stimolanti. Il legno e le piante sono il punto di forza, riducendo l’uso della plastica al minimo.

I metalli sono coprotagonisti della scena, usati nelle varianti ossidate o quelle in oro e argento illuminano la stanza e creano uno stile impeccabile in quanto lampade, specchi e tavolini.

Il vero tocco chic che racchiude tutti i punti precedenti è l’uso della texture e la divisione in layers degli ambienti. Lavorare su livelli dagli oggetti più grandi a quelli più piccoli, distribuendoli nell’abitazione senza la necessità di aggiungere il superfluo. Il contrasto di trame, la luce naturale e il mirato gioco di ombre attraggono l’occhio: si arricchiscono gli angoli e si accentuano i singoli pezzi e i materiali da design.

Chiara Pavone

Post a Comment

You don't have permission to register