OTT 02 2014

Innovazione ed Italianità, i segreti di "An Italian Theory"



L’universo della moda sta cambiando ed a dimostrarlo sono gli orizzonti di chi si affaccia in questo universo: sono sempre più i talenti emergenti senza un reale background circoscritto al fashion, ma con una formazione diversificata.

Alessandro Enriquez, classe 1983, palermitano di origine, ne è un esempio. Nato da madre siciliana e padre di origine franco-tunisina, Alessandro è un mix di formazione umanistica e solo successivamente più specificamente di settore. Vive per un periodo prima a Barcellona, poi a Palma de Mallorca e successivamente a Londra. Inizia sin da subito la sua carriera di stilista che nel corso degli anni lo porta a disegnare per la maison italiana Costume National e a collaborare con il settore comunicazione di diverse testate internazionali come Grazia.it, Elle e Marie Claire, diventando un punto di riferimento online nel campo del cool hunting.

 

 

Anima versatile e dinamica, lavora anche come giornalista e scrittore. “10 x 10 – An Italian Theory” è infatti il primo vero lavoro di scrittura di Alessandro Enriquez, in cui ad essere raccontate sono le esperienze di dieci personaggi divisi fra moda, arte e design e di cui il giovane talento siciliano è sia autore che interior stylist.

Questi dettagli mostrano una personalità profondamente eterogenea, tale da coniugare interessi diversi al fine di un unico progetto: An Italian Theory, la capsule collection che celebra l’Italia nei colori, nei materiali e nelle forme sofisticate. È un’idea nata dal desiderio di congiungere l’arte del cibo con il mondo del fashion e del design, unendo il bello e il buono ed esaltando così il Made in Italy.

Passione, pazienza e amore sono per Alessandro Enriquez i requisiti fondamentali per diventare un eccellente stilista ed è proprio questa filosofia che lo porta ad una collaborazione con Azzurra Gronchi, designer innovativa ed esigente specializzata nella pelletteria di alta qualità. Filosofia all’italiana e artigianalità manifatturiera danno così vita ad una collezione ‘An Italian Theory’, più originale ed inaspettata. Pochette con sovrastampe dai colori bianco latte e l’azzurro insieme a colori accessi come il rosso pomodoro, il giallo pasta e il verde basilico conferiscono alla collezione un aspetto decisamente più Made in Italy.

 

 

Per la stagione 2015 An Italian Theory presenta una collezione di abbigliamento e accessori donna ironica e divertente. La proposta di Alessandro Enriquez sfoggia una maglieria “illustrata” con capi in tessuto, sviluppando al massimo il concetto di total look knitwear: pullover e bomber super femminili, gonne a ruota corte a palloncino e crop pull in cotone e in jacquard. Il mood trae ispirazione dalla tradizione gastronomica italiana, rielaborando il concetto di cibo e tradizione con grafiche anni ’50 che danno vita a inusuali intrecci, giochi di colori e forme inattese.

“E’ un’edizione limitata di soli cinquanta pezzi numerati internamente e rivolta alle vere amanti della moda che vogliono sentirsi speciali possedendo pezzi unici e caratterizzanti. Per questo abbiamo scelto di organizzare un tour nei migliori negozi dal nord al sud dell’Italia dove è già stato presentato il libro per riuscire a raccontare la versione personale dell’Italia creata da Alessandro. Oggi un progetto nuovo che per la prima volta lega tre mondi: editoria, moda e design..” dice Azzurra Gronchi.

 

 

Ricordiamo inoltre che è stato proprio questo nuovo brand a figurare fra i nuovi espositori del “Milano Super 2014”, evento organizzato da Pitti Immagine e Fiera Milano in collaborazione con il Comune di Milano, dedicato agli accessori e al prêt-à-porter donna. L’obiettivo di questo progetto è premiare la cultura innovativa del prodotto, valorizzare i giovani fashion designer italiani, ospitare aziende consolidate, brand emergenti e talenti esteri. An Italian Theory è riuscito così ad emergere nell’universo del fashion Internazionale, coniugando così la passione per la moda e l’amore per la tradizione italiana.


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...