FEB 12 2011

I gioielli dell'Accademia Euromediterranea su Elle



[caption id="attachment_2824" align="alignleft" width="408" caption="L'Accademia Euromediterranea su Elle Magazine"][/caption] Nove pagine sui gioielli, nel numero dello scorso mese di Elle, uno dei magazine di moda e tendenze più accreditati nel mondo. E l'Accademia Euromediterranea ci ha trovato spazio, nell'articolo di Virginia Ricci sulle «più prestigiose accademie, in Italia e all'estero» che aiutano gli aspiranti jewels designer a scoprire le mille opportunità offerte dall'arte orafa. Vi ricordate il nostro Carlo Caffarelli? Ci aveva parlato della progettazione in 3D, che è uno dei focus dell'approfondimento pubblicato su Elle. La rivista patinata di fama globale ci spiega che ormai l'apprendimento "a bottega" è superato, e che «la nascita di figure polivalenti in questo prezioso mestiere d'arte soddisfa oggi gli amanti della tradizione e dell'innovazione», che reclutano le nuove leve della haute joaillerie dagli istituti d'eccellenza sparsi in giro per il pianeta, «da Milano a Catania, passando per Parigi, Londra e New York». In un viaggio da nord a sud dello stivale, l'Accademia Euromediterranea prende posto accanto al Politecnico e all'Università Bicocca di Milano, all'Istituto gemmologico italiano di Roma e Valenza, e alla Regia scuola superiore d'arte applicata alle industrie di Venezia. Questo per l'Italia, perché se guardiamo all'accostamento con l'estero l'Accademia non può che uscirne ulteriormente lusingata: la Central Saint Martins School di Londra, l'Ecole Privée de la Bijouterie Joaillerie di Parigi, il Centre de Formation Professionelle Arts Appliqués di Ginevra, e il Fashion Institute of Technology di New York. Non male, non vi pare?