GEN 09 2014

Nero Toscano e Harim Accademia Euromediterranea



“Guarda che ci sono moltissimi aspetti dell’odontoiatria che necessitano di estro e creatività!”. Ci risponde così Alfredo, artista poliedrico e fervido compositore, dentista ma anche imprenditore, fondatore del marchio Nero Toscano, suo nome d’arte da cantautore.

Nato a Viareggio ma siciliano d’adozione, Alfredo ha ereditato la passione creativa dal nonno, noto pittore del ‘900; creatività che lo ha portato a collaborare con Patrick Douenat, esperto conoscitore del settore della moda e fondatore della cereria valenziana Vila Hermanos per la quale Nero Toscano ha progettato una suggestiva collezione di candele.

“Nacque tutto due anni fa in occasione di una serata a Messina, quando realizzai e distribuii 30 magliettine con il logo Nero Toscano tra gli amici intervenuti” ci racconta. “Qualche giorno dopo, mostrandole a Patrick, egli mi chiese se volessi che finisse tutto lì. Io capii che era un bel momento e gli risposi: “No, inizia tutto qui”.

 

Alcune delle partecipanti al progetto Nero Toscano - ph. Andrea Calaciura

 

Da lì, la ricerca di una struttura italiana alla quale destinare l’ambizioso progetto. La scelta è caduta proprio sulla nostra Accademia, coinvolgendo gli studenti del quarto anno del quadriennale in Fashion Design: “Quando ho conosciuto la direttrice dell’Accademia Euromediterranea, Gabriella Ferrera, ne ho immediatamente apprezzato la volontà d’acciaio e le indiscusse capacità. Poi, affascinato dal sito internet, ho deciso di scegliere la vostra realtà creativa.”

Dopo 4 intensi mesi di lavoro, solo tre di loro hanno vinto le borse di studio da 500€ destinate a chi meglio descrivesse la filosofia Nero Toscano, nelle 3 categorie (Linea Uomo, Linea Donna, Ciabatte Uomo e Donna): Valentina Plumari, Giulia Ferrara e Annalisa Coco, scelte dall’imprenditore con l’aiuto di una giuria d’eccezione composta da professionisti e brand del calibro di Carlotta Disetti, Pull&Bear, AMICHI, Anthropologie, Hannover 1998

 

Le vincitrici insieme a Nero Toscano - ph. Andrea Calaciura

 

La prima, Valentina Plumari, è stata scelta per la linea uomo: una mini collezione di T-shirt e bermuda dal nome “Viva la Vida”. “Non me lo aspettavo!” esclama subito dopo aver ascoltato il proprio nome. “Ho addirittura pensato di lasciar perdere perché non sarei arrivata in tempo a consegnare tutto e invece!”. Le calzature per uomo e per donna selezionate sono invece quelle delle nostra Giulia Ferrara: infradito e ciabattine a fascia singola e incrociata, ispirate rispettivamente alle mangrovie, alle piroghe e alla frutta. La linea donna vincitrice della terza borsa di studio è invece quella di Annalisa Coco, ribattezzata "Prezzemolina" dall’imprenditore messinese in questi mesi di collaborazione. Le sue 3 linee diverse di parei hanno conquistato l’attenzione di Nero Toscano, pienamente soddisfatto della scelta finale.

“Questo è un settore per cui devi avere il fuoco dentro e le ragazze che ho scelto, assieme al fuoco, avevano anche glamour. La scelta delle 3 vincitrici, tuttavia, non è stata facile. Per questo, pur tenendo in grande considerazione il giudizio della giuria per la scelta finale mi sono fatto guidare solo dal cuore.”

La prossima tappa? La scelta delle stoffe riciclabili e dei tessuti bio (bambù, cotone biologico, filati del latte) più idonei alla realizzazione dei progetti e il lancio del sito e della start-up Nero Toscano che mira a al mercato orientale, statunitense e australiano, mercati emergenti dove il brand italiano ha ancora un forte impatto. Ecofriendly sarà anche il packaging, per una produzione a impatto zero sull’ambiente.

 


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...