GIU 13 2018

Caos studiato e strutturato nella collezione di Rossella Leanza



Per la sua collezione che debutterà al Madeinmedi 2018 il prossimo luglio, la nostra allieva di Fashion Design Rossella Leanza ha deciso di non partire da una fonte d’ispirazione precisa o da un tema forte, ma dalla sua personale visione estetica del contemporaneo; si tratta di una di riflessione sulla condizione dell’uomo come cieco ingranaggio della società in cui vive, riflessione che mira a rompere le convenzioni imposte dalla vita comunitaria.

 

 

Ed è proprio questo che è espresso dall’irriverente e provocatorio nome della collezione, La plastica nell’umido.  Si tratta di uno sbaglio che è consapevole, di look a prima vista caotici e “sporchi” ma dietro cui sta un attento studio che la designer ha portato avanti. Gettare la plastica nell’umido è un errore, un pensiero brutto ma allo stesso tempo forte, come l’idea che Rossella vuole comunicare attraverso i suoi capi.

Il risultato è una collezione uomo autunno/inverno in cui, tra i toni volutamente freddi, non c’è una predominanza cromatica, ma in cui i colori si confondono e si mischiano. Il tartan è la fantasia principale presente in tutti i capi, cui si accostano diversi lavaggi di jeans, lane e cashmere. La collezione destruttura, riqualifica e infine somma i capi del guardaroba maschile che vengono sovrapposti e accumulati; è un caos ben studiato e strutturato, dietro cui si nascondono costruzioni complicate.

Rossella ha tante passioni e le piacerebbe metterle insieme anche in abito professionale. Lavorare a stretto contatto con famosi designer o come assistente stylist, tutte esperienze che vorrebbe fare e che potrebbero portarla alla sua massima aspirazione: creare il suo personale brand.


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...