SET 28 2013

Il sogno di Mara Sanzone: Ophelia's Dream



Un quadro. Una donna. Un mito senza tempo. Questa l’ispirazione da cui nasce Ophelia’s Dream, la prima collezione di Mara Sanzone, neodiplomata in Fashion Design all’Harim Accademia Euromediterranea

 

(ph.Cinzia Incorvaia)

 

“Un giorno, per caso, rimasi folgorata dal quadro Ophelia di John Everett Millais. Da allora iniziai un’intensa ricerca di tutti i libri, saggi, fotografie, canzoni ed opere d’arte che questa figura avesse inspirato, persino le collezioni e installazioni, come quella a Palazzo FENDI. Poi, la mia mente ha reinterpretato tutto quanto e da lì è nata la mia personalissima visione, basata sul sogno”. 

 

(Ophelia - opera di John Everett Millais)

 

La sua Ofelia infatti non è morta tragicamente, folle per la morte del padre ucciso dal suo Amleto, ma è come se dormisse, come fosse distesa sul letto di un fiume in uno stato di serena incoscienza.

“Ofelia è una donna all’apparenza debole e sottomessa che decide di reagire. E’ vero, impazzisce, ma lo fa perché non vuole arrendersi alla scia degli eventi: vuole continuare a credere nell’amore vero. In fondo ogni donna è così: segue il suo cuore e il suo istinto” ci spiega Mara, accompagnando le parole con uno dei suoi sorrisi timidi e delicati. 

 

(ph.Cinzia Incorvaia)

 

Proprio lei, così razionale e riflessiva, è rimasta affascinata da una figura tanto forte e passionale, a cui ha voluto rendere omaggio riprendendo lo stile che più la rappresenta, il ‘500, e aggiungendo alle numerose crinoline la fluidità più moderna di tessuti dai colori tenui. Chiffon di seta, rete, pizzo di lino grezzo, petali di pelle scamosciata tagliati a mano una particolare lavorazione del cotone, attorcigliato al fil di ferro per dare vita a corpetti e dettagli, diversi e colorati, e riprodurre i rami e i cespugli che avvolgono il corpo di Ofelia. 

 

 

Mentre ci mostra gli scatti della sua prima sfilata al MADEINMEDI 2013, guarda al futuro e aggiunge: “Le mie prossime creazioni saranno di certo più prêt-à-porter, caratterizzate da una maggiore pulizia dei tagli, che saranno pochi e lineari, e da uno stile minimal e confortevole.”  

 

(ph. Cinzia Incorvaia - Andrea Calaciura)

 

Un cammino verso la purezza. D’altronde è questo il percorso stilistico seguito da Mara in questi quattro anni in Harim Accademia Euromediterranea. Un percorso fatto di primi tentativi, di gonne a tubino e di abiti che pian piano hanno perduto orpelli e decorazioni per far emergere, prepotente, il suo stile. Un percorso che verrà raccontato attraverso gli scatti di una mostra fotografica che avrà luogo al Cortile Minoriti di Catania in occasione della seconda edizione del POP UP MARKET, oggi e domani, 28 e 29 Settembre 2013; manifestazione all’interno della quale la nostra neodiplomata esporrà anche alcune delle creazioni di Ophelia’s Dream, permettendo a visitatori e curiosi di apprezzarne i preziosi dettagli. 

 

 

Quando le chiediamo cosa farà adesso che si è diplomata alza gli occhi e pronuncia con lo sguardo sognante: Londra. Intanto però non sta con le mani in mano: i suoi abiti sono i protagonisti della campagna pubblicitaria fall/winter 2014 di ISLO-shoes!

 

(ISLO shoes - fall/winter 2014; abiti di Mara Sanzone)

 

Che sia la capitale inglese o qualsiasi altro posto nel mondo una cosa è certa: chi vuol diventare una fashion designer con tanta tenacia e tanto fervore, il suo sogno lo avvera sul serio. 

 


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...