MAG 11 2017

Neo-lusso: anche il lusso ha un neo



 

Attualmente definire la parola lusso è complicato. Se la cerchiamo nel dizionario, ci viene spiegata come "ciò che rappresenta motivo di vistosa esorbitanza, dall'ambito delle normali comodità o soddisfazioni". Una volta, quindi, il lusso  era considerato come un mezzo di ostentazione della ricchezza che le élite utilizzava per distinguersi dalle classi inferiori. 

 

 

Oggi, però, le cose vanno diversamente. La società ha subito profondi cambiamenti e con essa è cambiato anche il modo di considerare il lusso. Prima esisteva unicamente il lusso che esibivi in barba agli altri, oggi vuol dire trattarsi bene, spendere senza preoccuparsi della visibilità del logo della marca, comprare "esperienze", possedere una grande varietà di oggetti e indumenti simili, cavalcare mode passeggere e cambiare più volte look e arredamento.

Secondo una ricerca del Censis, istituto di ricerca socio-economico italiano,  il popolo italiano tende ad allontanarsi sempre di più dall'acquisto di beni di consumo materiale, in favore di beni che possono dare un'emozione. Si preferisce, ad esempio, rinnovare spesso casa con mobili low cost dal design frizzante e alla moda piuttosto che acquistare fregi dell'inestimabile valore ma che siano per tutta la vita. Si regalano viaggi e pacchetti in resort o SPA e non più gioielli costosi. La nuova frontiera del lusso è un'esperiena personale ed emozionale che può essere raccontata e lasciare un piacevole ricordo.

 

 

L'idea tradizionale del lusso si lega ad un consumatore facoltoso ed elitario, interessato ad evidenziare il proprio status per soddisfare il bisogno di distinzione nei confronti della massa. Il consumatore del neo-lusso invece desidera identificarsi con ciò che compra, preferisce acquistare esperienze e non oggetti, rafforza la propria identità scegliendo accuratamente gli acquisti che rappresentino al meglio il suo lifestyle

Ci troviamo in un'era in cui il consumo diviene il linguaggio e la comunicazione di sé. Pensiamo alla "i" che precede il nome di tutti prodotti Apple, un'unica lettera che esprime il concetto di individualità, del "mio". I nostri acquisti diventano una mappa che personalizziamo attentamente, per distinguerci ed identificarci con ciò che ci piace. Il lusso oggi è neo-lusso: sinonimo di unicità, non solo per pochi e soprattutto personale.

 

Laura Mangano


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...