SET 12 2018

Social Fashion Marketing, cosa c'è da sapere



Il fashion marketing si sta espandendo o sta letteralmente cambiando? Sebbene già da prima i social fossero utili nella divulgazione delle novità dei vari brand, da circa tre mesi è invece possibile effettuare il “tag shopping” ossia la possibilità di visualizzare tramite un’apposita nota, il prezzo dell’articolo (es. borsa, vestito, occhiali da sole…) e con un solo “tap” raggiungere l’e-commerce del brand per poter procedere all’acquisto.

 

 

Ancor più recentemente è entrata in gioco un sub-app di Instagram, conosciuta come “IGTV” che sta per Instagram TV, questo perché sulla normale app è possibile caricare video con una durata massima di 60 secondi. Differentemente scaricando IGTV si può creare una piattaforma che agganciata al proprio profilo, permette di caricare video di qualsiasi durata. E’ assurdo pensare che fino a tre settimane fa l’unico modo per poter scrutare le novità nelle sfilate di luxury brand come Dior, Louis Vuitton o Prada bisognava aspettare la pubblicazione di foto relative all’evento, ed oggi invece grazie ad IGTV è possibile accedere all’intera sfilata, proprio come se si fosse uno spettatore interno all’evento.

 

 

Appare chiaro come il mondo del fashion marketing si sia sposato con il mondo dei social, che oggi più che mai agevola i vari brand nella divulgazione dei prodotti lanciati e che induce quindi ad una maggiore spinta all’acquisto e al consumo. Sorge spontaneo chiedersi “queste modifiche cambiano il ruolo che un account ha all’interno di Instagram? oppure sono solo un agevolazione per tutti i profili aziendali?”. Ebbene la risposta è nella prima domanda, in quanto ormai un account di tale social non è più solamente il profilo di una persona, ma rappresenta il profilo di un potenziale consumatore.

 

Lucia Sandonato