DIC 04 2018

Anni ‘70: questo è stile!



Gli anni ‘70 sono stati, per la donna, anni di emancipazione, e la moda gliene rende atto: pantaloni a zampa e shorts furono veri protagonisti di quel tempo.

                                                                

 

Gli anni ‘70 hanno confermato tutto ciò che aveva caratterizzato il periodo precedente, ovvero movimenti sociali, lotte operaie e azioni di protesta che diedero alla società un nuovo aspetto in cui primeggia la visione della donna e della parità dei sessi.

Questi profondi cambiamenti non potevano non riflettersi sul mondo della moda che prende ispirazioni dalla strada, ricordiamo che era espressione di libertà, mescolamento di stili e culture.

Pret-porter per tutti

 

                                                              

 

Nel frattempo negli Stati Uniti d’America iniziò a sorgere un nuovo movimento giovanile: la cultura degli hippie che accarezza la figura di una donna che porta pantaloni e scopre il suo corpo. Era il periodo in cui scomparvero tutte le formalità del bon ton che fino ad allora aveva caratterizzato la società.

Nasce così la moda secondaria del pret-porter che soddisfaceva i bisogni dei consumatori, parecchie boutique chiusero poiché non riuscivano ad adattarsi ai cambiamenti. La caratteristica di questo decennio è la valorizzazione del colore, il colore si posa su ogni parte di abbigliamento dalle camicie alle minigonne ai mini abiti fino alle scarpe.

La minigonna viene riposta negli armadi e vengono fuori pantaloni a zampa di elefante e shorts di jeans. Gli shorts diventano famosi grazie all’attrice dell’epoca Catherine Bach, sono rigorosamente a vita alta e si abbinano a camicie colorate e svasate.

I pantaloni sono quelli a zampa che, accompagnati da una bella ed evidente cintura sono il vero e proprio oggetto di spicco dell’epoca. Sia i pantaloni a zampa, sia gli shorts a vita alta venivano con zoccoli e zeppe, insieme a particolari tacchi cubici.

Lo stile degli angeli “Charlie’s Angels”

 

                                                               

 

La donna perfetta degli anni ‘70 tiene i capelli sciolti e fluenti sia con frangetta che con riga in mezzo, ne è l’esempio l’attrice Farrah Fawcett icona della cultura pop e sex symbol degli anni settanta, vera e propria star della tv nella serie “Charlie’s Angels”.

Il trucco osa tanto col colore; grandi protagonisti diventano gli occhi con ombretti colorati, mascara nero e eye-liner, trucco intramontabile e femminile. Gli oggetti particolari della moda anni ‘70 influenzano moltissimo quella che è oggi l’attuale e tendenza moda, ricca di colore, velluti e zampe, quando si dice “gli anni passano ma alcune mode restano”.                                                                                     

                                                                                                                                                                                              Claudia Randone