APR 10 2019

Quando il make-up diventa una faccenda da uomini



Il trucco per uomo ritorna diventando la nuova tendenza del 2019 e non se ne può più fare a meno!

 

Il make-up rivela un’immagine curata di sé stessi, della propria personalità e modo di essere. Non è soltanto una caratteristica del mondo femminile, infatti, col passare degli anni, l’uomo ha prestato più attenzione alla cura del suo aspetto estetico probabilmente per i confronti fatti con le foto a cui si è sottoposti, desiderando sopracciglia più ordinate, pelle di un colore più uniforme, labbra e occhi più luminosi.

 

Oggi, molti artisti nel mondo dello spettacolo ricorrono al trucco come: Marilyn Manson, i Maneskin, Boy George e altri ancora. Prima di loro si sono truccati: David Bowie, Mick Jagger, Prince e Kurt Cobain.

Nonostante molti si vergognino, truccarsi giornalmente sta diventando una pratica ricorrente nel mondo maschile senza poter rinunciare al copriocchiaie, al fondotinta e al mascara.

 

Tutta colpa dei giovani!

 

In Occidente, il fenomeno del trucco maschile, è cresciuto del 38%, soprattutto in Inghilterra. Negli Stati Uniti hanno fatturato, solamente nel 2015, più di 28 milioni di dollari anche se i maggiori acquirenti di prodotti cosmetici sono i sudcoreani. In Italia, una buona quantità di uomini si trucca ma la maggior parte lo nasconde. Su Youtube sono seguiti da molti ragazzi tra i 16 e i 24 anni i vlog sul trucco maschile; tra i più importanti vlogger ci sono: Patrick Starrr, James Charlese Jeffree Starche, sponsorizzando molti marchi di trucchi, guadagnano migliaia di euro al mese.

Un altro vlogger molto conosciuto è Wesley Benjamin Carter che propone un tutorial trucco maschile più naturaleda poter mettere giornalmente.

 

Il make-up maschile più di tendenza e quali prodotti usare

 

Molti uomini cercano prodotti di qualità che non li facciano sembrare truccati, quindi tendono a un make-up no make-up o a un nude look come se stessero usando un filtro del cellulare, ciò per rendere la pelle più levigata, le sopracciglia più definite e le labbra più lucenti. Una minor parte preferisce un trucco più aggressivo con tanto di ombretto, matita e mascara agli occhi, gloss e anche smalto. I prodotti cosmetici maschili erano già stati introdotti nel 2003 da Jean Paul Gaultier con la sua linea maschile Le Male Tout Beau Tout Propre che includeva una polvere abbronzante, un gloss, un eyeliner e uno smalto.

 

 

Nel 2013 arrivarono le linee di Marc Jacobs Beauty e Tom Ford for Men. Quest’anno Givenchy lancerà Mister, una collezione composta da prodotti che elimineranno le imperfezioni e il senso di stanchezza e House 99 la linea creata da David Beckham nel 2018 ma con l’aggiunta di un gel colorato. Molti uomini, però, preferiscono marchi unisex come Make Up For Ever, M.A.C. o Nars ma altri scelgono quelli che li identificano, come il brand vegano Jecca che sostiene la comunità LGBTQ.

Nel novembre dello scorso anno è stata promossa la prima linea maschile Boy de Chanel della grande Maison parigina che comprende 3 prodotti: unfondotinta fluido, un balsamo per le labbra all’olio di jojoba e burro di karitè e una matita per le sopracciglia con scovolino.

L’uomo si trucca per parità di genere, quindi per abolire le differenze tra i sessi. Molti vedono il trucco maschile come l’assegnazione della propria identità sessuale, in realtà dovrebbe seguire lo stesso procedimento di una normale crema idratante che oggi è usata da donne e uomini indipendentemente dall’orientamento sessuale pur essendo in passato un prodotto esclusivamente femminile. Forse, in un futuro, gli uomini inizieranno a truccarsi giornalmente di fronte al loro specchio di casa alla ricerca di un loro ideale di bellezza.

 

Clara Grasso


Piaciuto quest'articolo? Leggi anche...