f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

metaverso

Il metaverso: come stanno affrontando i brand la rivoluzione del web 3.0?

Cos’è il metaverso?

Il metaverso è “uno spazio tridimensionale all’interno del quale persone fisiche possono muoversi, condividere e interagire attraverso avatar personalizzati” (Neal Stephenson).

Zuckerberg, noto fondatore di Facebook, ha deciso di rivoluzionare il concetto di web 2.0 e investire sul progetto “Meta”.

L’obiettivo è quello di ricreare una vera e propria rappresentazione del mondo reale attraverso la realtà aumentata. Immagina di svolgere una riunione lavorativa tra colleghi e un attimo dopo insieme a loro di ritrovarti ad un concerto.

Alcuni brand non hanno intenzioni di ritrovarsi impreparati e, nonostante il progetto Meta sia ancora in fase di sviluppo, stanno già investendo in questo sconfinato mondo, anche senza Zuckerberg.

metaverso

Che impatto potrebbe avere sul settore retail?

La digitalizzazione del settore retail è ormai inarrestabile. Una delle principali motivazioni che ha spinto i brand ad approcciarsi al digital è stata la pandemia. Grazie a ciò i brand hanno avuto l’opportunità di continuare il loro percorso, inventandosi dirette streaming per le sfilate, gli eventi e la promozione di nuovi prodotti.

A distanza di due anni e con la ripresa della “normalità” nessuno ha deciso di abbandonare l’ambiente digitale, difatti il metaverso diventa sempre più appetibile, soprattutto per i colossi del luxury.

All’interno del metaverso convivono negozi virtuali attraverso la realtà aumentata, pezzi di abbigliamento e accessori unici, la possibilità di acquistare capi esclusivi per il tuo avatar.

Ognuno di noi potrà avere una “second life”, una nuova identità e un nuovo stile di vita.

Ci troviamo di fronte un nuovo web, il web 3.0, una rivoluzione del rapporto fra consumatori e brand e, di conseguenza, della promozione dei prodotti e dei servizi.

Il metaverso potrebbe essere un’opportunità di successo per mettere insieme il mondo online e quello offline, combinando la velocità dell’e-commerce con il piacere dell’esperienza di acquisto in uno negozio fisico.

metaverso2

Gucci e il metaverso The Sandbox

In collaborazione con @superplastic, azienda leader nella creazione di celebrità animate, giocattoli e oggetti da collezione digitali, Gucci ha creato la sua linea “Supergucci”.

La collezione presenta una serie di NFT  esclusivi ispirati agli elementi distintivi del design di Gucci, interpretati da Janky & Guggimon, due celebri creature antropomorfe virtuali di Superplastic.

La linea è disponibile nel Gucci Vault, il concept store online sperimentale di Gucci, presente su The Sandbox.

metaverso3

Philip Plein e il metaverso Decentraland

Philip Plein è entrata a far parte del metaverso Decentraland, investendo quasi 2 milioni di euro.

Il brand, primo ad aver acquistato un lotto di terreno nel metaverso, ha avviato Il progetto “Plein Plaza”, che riguarderà la creazione di negozi, hotel, musei e residenze, una vera e propria città targata Plein.

Un progetto ambizioso per il gruppo Plein, che lo rende protagonista ancora una volta.

Non dimentichiamoci che è stato uno dei primi marchi ad aprire le porte al mondo delle criptovalute, dando la possibilità agli utenti di acquistare i prodotti con più di 15 valute diverse.

metaverso4

Nikeland: lo showroom delle sneakers su Roblox

Nike ha deciso di aprire sulla piattaforma Roblox la città virtuale: “Nikeland”. Il payoff recita “dove lo sport non ha regole”, forse per rimarcare le illimitate possibilità di una realtà 3.0?

L’obiettivo di Nike è quello di creare un vero e proprio showroom online dove gli utenti, anzi gli avatar, possono provare nuovi modelli di scarpe ancor prima di lanciare la linea.

E diciamolo, anche un modo per non perdere mai di vista le preferenze dei suoi consumatori.

 

Giuliana Scuto

Post a Comment

You don't have permission to register