f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

stylist

Celebrity Stylist: una professione nata da poco in Italia

Cosa significa “Celebrity Stylist”? Questa professione è nata di recente in Italia, ma in realtà già esisteva in altri paesi. Già in America era una delle professioni più ambite e apprezzate data la fama a livello mondiale che potevano guadagnare gli stylist in poco tempo. In Italia, invece, solo da alcuni anni si è affermata questa figura, sicuramente non molto conosciuta, ma di fondamentale importanza. Il suo compito è quello di curare i look, lo stile e l’attitude del personaggio pubblico in questione, rendendone iconici gli outfit e dando un’immagine ben chiara della sua personalità. Studiano tutto nei minimi particolari, collaborano anche con truccatori, parrucchieri e fotografi e cercano di curarne l’aspetto totale. Complice la digitalizzazione selvaggia, le star hanno sempre più occasioni per apparire e costruirsi un’immagine vincente. Del resto un solo abito azzeccato, ad un evento mediatico colossale come un Oscar o un Festival può diventare leggendario e consacrare a icona di stile colui o colei che lo indossa.

 

stylist1

I Celebrity Stylist più famosi

In Italia abbiamo Nick Cerioni, Rebecca Baglini, Lorenzo Posocco e Ramona Tabita. Sono loro i 4 stylist più in voga e conosciuti del momento. Hanno realizzato outfit e look per Dua Lipa, Achille Lauro, Ghali, Emma Marrone, Måneskin, Marco Mengoni, Elodie e molti altri. In particolare tutto è nato da Sanremo: nel 2020 Elodie si è presentata in maniera iconica vestita in Versace; negli anni seguenti i Måneskin hanno influenzato moltissimi giovani con il loro stile vicino all’hippie rock degli anni ’70, e Achille Lauro ha fatto parlare di sé per settimane con i suoi look che hanno fatto scalpore e hanno riportato teatralità nell’industria musicale e nelle performance.

Ogni anno la rivista “The Hollywood Reporter” pubblica la lista dei 25 celebrity stylist più influenti e potenti dello star system, con i relativi clienti. A livello internazionale coloro che hanno più successo mediatico sono: Law Roach (stylist di Zendaya), Harry Lambert (stylist di Harry Styles), Veneda Carter (stylist di Kim Kardashian), Dani Michelle (stylist di Kyle e Kendall Jenner), Mimi Cuttrell (stylist di Ariana Grande e Gigi Hadid), Maeve Reilly (stylist di Hailey Bieber) e Marni Senofonte (stylist di Beyoncé).

stylist2stylist3

 

Scelta creativa o strategia di marketing?

Da una parte il compito di creare un’immagine coerente e unica. Dall’altra quella di trovare sempre l’”effetto wow”, richiesto dall’artista ma anche dal marchio che ha deciso di vestirlo, e quindi di inserirlo nella sua comunicazione. Lo stylist, dunque, è un creativo o un esperto di marketing? Quando riesce a coniugare entrambe le cose allora le sue probabilità di successo aumentano.

stylist4

 

Come diventare celebrity stylist?

  1. Istruzione e formazione

Dopo il diploma di scuola superiore, bisogna iscriversi ad un’università o accademia che offre un corso di laurea o diploma in fashion design, styling o merchandising.

 

  1. Svolgere un tirocinio

Prima o dopo la laurea, bisogna seguire uno stage per acquisire una formazione ed un’esperienza pratica nella moda e nello styling. Molti programmi di moda alle università o accademie stesse offrono opportunità di stage e tirocinio. Si può imparare molto al fianco di designer, buyer o altri stilisti professionisti. Alcuni di loro potrebbero avere anche contatti con il settore che possono offrire opportunità da non lasciarsi scappare.

 

  1. Costruire il proprio portfolio

Dopo aver acquisito esperienza nel settore della moda, si può aggiungere il proprio lavoro ad un portfolio professionale. Il portfolio di moda e design dovrebbe contenere le immagini dei progetti di styling più originali. Basta semplicemente condividere ed inserire esempi di progetti scolastici e accademici (come shooting o bozzetti) che potrebbero risultare vincenti e attraenti per chi dovrebbe assumere un celebrity stylist.

 

  1. Rimanere aggiornati sulle tendenze moda

È importante condurre una ricerca costante e aggiornarsi su tendenze in continua evoluzione.

 

  1. Esperienza nel settore attraverso il lavoro freelance

Dal momento che l’industria della moda può essere competitiva, con diversi candidati che si candidano per ruoli di celebrity stylist, potrebbe volerci del tempo prima di trovare un’opportunità di lavoro a tempo pieno. Bisogna prendere in considerazione la possibilità di lavorare da freelance in modo indipendente. Questo è di certo un ottimo modo per iniziare.

 

  1. Fare rete con altri professionisti del settore della moda

Partecipare a eventi del settore, come sfilate di moda o conferenze per sviluppare le proprie capacità di networking e presentarsi ai professionisti del settore è sicuramente un’ottimo inizio. Bisogna portare sempre il proprio portfolio da mostrare agli altri e distribuire anche biglietti da visita, se possibile, per assicurarsi che i potenziali datori di lavoro abbiano le informazioni necessarie per contattare il diretto interessato.

 

Gloria Trombino

Post a Comment

You don't have permission to register