f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

HERMEScopertina

Birkin e Kelly: due delle borse più iconiche della Maison Hermès

Hermès è un’azienda francese di alta moda che si distingue maggiormente per la produzione di piccola pelletteria fatta interamente a mano. “Innovare nella continuità della tradizione” è il motto adottato dalla famiglia, considerando che il marchio rimane legato a quella che fu la vocazione originale, ovvero il mondo del cavallo.

HERMES1

Passato e presente della famiglia Hermès

Nel 1837 Thierry Hermès aprì a Parigi una bottega per bardature e finimenti da cavallo, in seguito i successori trasferirono l’attività nella sede storica e tuttora quartier generale della maison Hermès. Nel 1927 fu lanciata la prima linea ispirata al mondo equestre, e nei decenni successivi l’azienda fu considerata un punto di riferimento nella storia della moda, grazie allo sviluppo delle nuove collezioni: la cintura che prende spunto dal collare per cani e la Kelly. Robert Dumas e Jean Guerrand contribuirono all’aumento del giro d’affari e dei negozi di proprietà che oggi nel mondo sono circa 55.

 

Oggi l’azienda è presieduta da Patrick Thomas, amministratore delegato, pronipote del fondatore e rappresentante della quinta generazione Hermès, il cui gruppo stima un volume d’affari pari a svariati miliardi di euro. Jean Paul Gaultier fu uno degli stilisti di punta. Tra le creazioni più famose ricordiamo due delle borse più iconiche di casa Hermès: la Birkin e la Kelly.

 

La Birkin

Il progetto della Birkin nasce nel 1984 durante un incontro su un volo Parigi-Londra tra Jean-Louis Dumas e l’attrice Jane Birkin, che lamenta di non avere una borsa capiente e adatta alle sue esigenze. Hermès dunque disegna subito per lei una borsa di forma rettangolare, spaziosa, elegante, dotata di cuciture a punto sellaio e capace di poter contenere perfino i biberon, essendo lei una giovane madre. Nasce così la famosa Birkin: un modello multiscomparto di 40 centimetri con due manici, una patella e un nottolino. Oggi viene venduta a prezzi esorbitanti durante le aste e ha raggiunto un nuovo record: è la borsa più costosa al mondo. Per ordinare invece un nuovo modello esistono lunghe file d’attesa. Come diceva la protagonista Samantha Jones nel film Sex and the City “non è una borsa, ma una Birkin”.

 

HERMES2

 

La Kelly

Il primo modello della Kelly risale a fine 800, una borsa da sella per le battute da caccia. È solo negli anni 30 che Robert Dumas crea la borsa con cinghie per signora. La cosiddetta sac à courroie, la prima borsa a tracolla  a forma trapezoidale dotata di due cinghie, due soffietti triangolari, una patta con taglio e un manico.

 

Il vero successo arriva nel 1956, quando Grace Kelly, star di Hollywood e neo principessa di Monaco, fu immortalata sulla rivista Life. La borsa viene subito notata perché la principessa la tiene proprio davanti alla pancia, quasi a dissimulare i primi cenni di gravidanza, un gesto materno di protezione verso la sua primogenita. La borsa, assunta ormai una fama internazionale, viene rinominata Kelly Hermès in suo onore. Negli anni successivi la Kelly è stata modificata varie volte, assumendo misure e dettagli differenti.

 

HERMES3

 

Entrambe sono considerate borse di design e l’emblema dello stile made in France: raffinato, elegante e di classe.

Dal 6 settembre 2021 Hermès ha creato l’école Hermès des savoir-faire, riconosciuta dal Ministero dell’istruzione francese. Si tratta di una formazione con il conseguimento di un diploma professionale statale, un certificato di abilitazione professionale al mestiere della pelletteria. L’école è aperta a tutti coloro che aspirano a diventare artigiani e valorizzare il loro talento manuale.

Post a Comment

You don't have permission to register