f
Fb. In. Tw. Yo.
Image Alt

Harimag

la psicologia del colore

La psicologia dei colori nel marketing

La psicologia dei colori rappresenta uno strumento fondamentale per un’azienda affinchè essa possa comunicare e suscitare emozioni ai clienti a cui è rivolta l’iniziativa di marketing.  I colori però non possiedono significati univoci, ma variano in relazione al contesto comunicativo in cui essi si trovano.

 

Possiamo riassumere dicendo che il colore fin dal passato ma soprattutto nel mondo odierno è uno dei più potenti elementi della comunicazione in grado di influenzare le decisioni di acquisto.

 

  

  

Neuromarketing

Il neuromarketing è una disciplina scientifica che individua dei canali di comunicazione che permetteranno poi di creare degli andamenti decisionali d’acquisto, utilizzando criteri legati alla neuroscienza. Uno dei quali è l’associazione tra immagini e pensieri.

Gli aspetti psicologici che interagiscono con l’acquisto possono riguardare: i tratti della propria personalità, i valori etici, i pregiudizi e molto spesso anche le convinzioni personali.

 

La capacità dei colori sulla nostra mente

Vediamo i principali colori che riescono ad attivare un meccanismo mentale tale da fare associare un colore a un elemento contraddistintivo.

 

-ROSSO

Fa pensare subito al potere, alla potenza, un esempio è il colore della Ferrari che riesce ad attirare immediatamente l’attenzione.

-BLU

Rappresenta la pace, la fiducia, colore utilizzato per molti social network; esempio facebook. 

-VERDE

Colore del gioco, della fortuna, della ricchezza, della natura, utilizzato in molti siti di gioco d’azzardo e nei prodotti BIO.

– ARANCIONE

Rappresenta l’energia, la forza e riesce a generare nella nostra mente appetito è infatti utilizzato in molti brand di fast food.

-NERO

Il Mistero, l’autorità ma utilizzato molto spesso per rappresentare l’eleganza, per tale motivo, utilizzato in molte case di moda.

-BIANCO

Colore del pulito, della spiritualità e della trasparenza.

-ROSA

Riesce ad attirare l’attenzione di tante bimbe e rappresenta anche un simbolo di speranza, colore fondamentale al giorno d’oggi per le donne.

 

   

Colore di genere

Al giorno di oggi si sono scatenate diverse polemiche sul colore di genere, blu per i maschi, rosa per le ragazze. Prima del 1940, rosa e blu avevano regole diverse per i due generi socialmente predominanti. Il blu, essendo un colore più tenue, era più adatto alle ragazze e il rosa, essendo un colore più forte e rigoroso, era adatto ai ragazzi.

 

Negli anni dopo la seconda guerra mondiale avvenne l’inversione dei colori, il blu divenne il colore ampiamente associato all’uomo e il rosa il colore associato alla femminilità. Negli ultimi anni la moda sta facendo rivalutare per l’ennesima volta i colori, associando molto spesso colori femminili come rosa, viola ed ecc a ragazzi soprattutto di giovane età.

 

 

Tips per il tuo business

  • Studia il tuo target (il tuo obiettivo, a chi ti vuoi rivolgere).
  • Crea la tua Buyer Persona.
  • Per offerte e promozioni cerca di utilizzare dei colori e delle strategie che possono attirare l’attenzione del target.
  • Cerca di non far confondere i tuoi clienti con l’utilizzo dei colori.

 

 

Giorgia Evola

Post a Comment

You don't have permission to register